Il basco da donna in cashmere, storia di una rivoluzione

Nei colori bianco naturale e antracite il basco da donna in cashmere (89 €) è uno dei copricapo donna della collezione Principe di Firenze. La storia di questo copricapo, al di là della sua origine come accessorio di feltro o lana grossolana indossato dai contadini dei paesi baschi, è legata a una vestibilità perfetta per affrontare una vita dinamica.

Da queste precise caratteristiche di funzionalità il copricapo è stato, nel tempo, adottato da diversi corpi militari: dagli alpini francesi alla fine dell’Ottocento, nella guerra civile spagnola degli anni 30, dagli anarchici italiani che combatterono nelle file repubblicane, fino ai carristi e paracadutisti inglesi nella seconda guerra mondiale e, al giorno d’oggi, in molti corpi di quasi tutti gli eserciti del mondo.

Nonostante questo pedigree militare però, il basco ha saputo diventare nel tempo anche il simbolo di arte e creatività.

Celebre quello indossato a Parigi dal celebre pittore Picasso e di gran moda sia nella stagione bohemienne, sia in quella più recente degli intellettuali che dettero vita e cavalcarono i diversi movimenti studenteschi. Simboli celebri sono il basco rivoluzionario di Che Guevara e quello più istituzionale di un padre della Repubblica come Pietro Nenni, che raramente se ne separava.

L’accessorio, in più di tre secoli di storia, non ha avuto bisogno di rivisitazioni stilistiche, a parte nell’uso dei materiali e nell’armonizzazione di alcune rigidezze che lo hanno mutuato a una perfetta e fascinosa eleganza anche femminile. La versione in cashmere di Principe, oltre che essere molto apprezzata nei guardaroba femminili più completi è anche un’idea regalo tra le più scelte anche nel nostro shopping online.

basco da donna