Donne con stile.

Incontriamo Ginevra Bichi Ruspoli Forteguerri nel nostro negozio di Via del Sole. Desideriamo ringraziarla per aver accettato l’invito a condurre insieme a noi un piccolo gioco fotografico.

Il ritratto reportage di una donna di stile che, come ogni altra donna, vive il proprio quotidiano tra mille impegni: il lavoro, le figlie piccole da mandare a scuola, la casa e la famiglia, un mondo di relazioni.

La prima cosa che dice, da fiorentina acquisita, vissuta molti anni all’estero e rientrata a Firenze per frequentare l’università riguarda il suo incontro col negozio Principe di Firenze: mi ci portò per la prima volta mio padre, ormai moltissimi anni fa.

Ci piace moltissimo di lei il fatto che si muova nel nostro negozio come un’esperienza che le appartiene. Ci è abituata da sempre, come “collezionista” di moda e perché in passato se n’è occupata professionalmente, come modella e anche in tv, ma è questa sua spontaneità e familiarità che ci colpisce.

Passa con mani sicure tra i nostri stand e gli scaffali alla ricerca del particolare e dell’abbinamento più in linea col suo sentire, e nel frattempo ci intrattiene con una conversazione precisa.

Tra un cambio e l’altro si parla delle vacanze scolastiche imminenti, di piccoli problemi organizzativi, del risveglio della campagna, della vita qui in città e – naturalmente – anche di scelte di stile, di quel colore che colpisce, del taglio e della vestibilità di una semplice camicetta bianca o di un paio di pantaloni a sigaretta.

Così, presi gli accordi per il nostro gioco fotografico, la accompagneremo fino al mercato di Sant’Ambrogio.

Desideriamo che ci racconti attraverso le immagini la quotidianità di una giornata qualsiasi, quando, come tante nostre clienti, si aggira tra i banchi dei fruttivendoli alla ricerca di una primizia, di un’idea, o si avvicina a considerare quel capo scontatissimo – magari anche dozzinale – ma che diverte, fa scattare qualcosa. Sappiamo, come lei, che l’eleganza è una questione di scelte e siamo curiosi del risultato.

Crediamo come lei che tutte possano interessarsi ed essere esperte di moda, scriverne su internet come le blogger, assistere alle sfilate internazionali di persona o utilizzando gli onnipresenti streaming, ma poi quando si parla di eleganza è un’altra cosa.

C’è quel dettaglio in più che viene dalla vita di ogni giorno, quando anche la migliore delle favole, si tramuta nella realtà dei prezzi, della durata, dell’utilità di quel che si sceglie per noi stesse e per chi amiamo.

E proprio per questo che la sentiamo culturalmente vicina, non solo alle scelte dei nostri negozi, ma per quel suo sguardo curioso sul mondo, quel coraggio ironico di uscire dai canoni ingessati del fashion, quel suo modo speciale di essere semplicemente vera, consapevolmente se stessa.