Informale o sbarazzina, i canoni della tavola elegante per l’estate.

Estate, tempo di tavolate tra amici.

Può essere un pasto informale o qualcosa di più destrutturato, declinato in apericene, brunch, merende o semplici rinfreschi. Qualsiasi sia l’occasione o il luogo – in casa, in terrazza, in giardino, in barca – se vogliamo proporre una tavola estiva chic, non dobbiamo dimenticare i suoi principali canoni d’eleganza.

Principe di Firenze, nei negozi e online, ne fa una sintesi perfetta in tutte le loro sfumature, a partire da tovagliati e set da tavola, fino alle porcellane e cristallerie. Dalla stuoia che arreda un ambiente alla stampa gradevolissima di un copritavola speciale.

Tavola da pranzo

La sintesi dello chic?

Freschezza e colore, anzitutto, ma con un limite ben preciso e misurato.

No all’esagerazione dei decori e ai contrasti tra le forme. Ce lo chiede il caldo estivo, che privilegia le linee essenziali e i colori rilassanti, al massimo grado di semplicità.

Naturalmente la tavola estiva per eccellenza può essere ispirata al mare, con disegni che ne richiamino pesci, stelle marine, coralli, stilizzazioni di onde, e giocare coi blu, gli azzurri e in genere tutti i colori di una barriera corallina, o i bianchi a contrasto.

I quali, soprattutto per le ceramiche, fanno del total white un vero e proprio must cui difficilmente si rinuncia.

Tazze colazione
Piatti Ceramica

Ma per chi desiderasse un’alternativa ci sono sempre i colori solari, con i trionfi di frutta e fiori della bella stagione, i quali spesso – e anche qui l’occhio vuole la sua parte di spettacolo – entrano in sinergia con il menu e le bibite proposte agli ospiti, giocando di citazioni e rimandi al sapore e a certe tradizioni gastronomiche inossidabili estate dopo estate.

Conchiglia
Stella Marina

Per il resto, sarà bene ricordarlo, la tavola di casa che rispecchia il carattere della famiglia, sia esso declinato in versione minimal, country, vintage o contemporaneo, non sarà mai una scelta sbagliata.

Anche perché spesso si può puntare al dettaglio che fa subito estate: che sia il decoro di un bicchiere, o l’allegria di un tovagliato che sostenga da solo il tema, anche se s’intendono usare le posate d’argento per servire una semplice insalata di riso.

Cosa non del tutto insolita, del resto, perché se l’estate richiede il massimo della libertà, non è detto che faccia male un elemento che ci ricorda chi siamo, proprio quando mangiamo.