La sartorialità

Uno dei tormentoni più in voga tra i sarti di una volta era:

“ Vestire, non coprirsi”.

Il che lasciava capire che abbigliarsi fosse una vera e propria arte e che fosse rappresentata dal sapiente e quasi magico mescolarsi di semplici ingredienti, la scelta del tessuto, il taglio e le comodità desiderate.

La scelta dei tessuti, oggi come allora, è uno dei risultati che si ripetano nel “su misura” dei negozi Principe, dal cashmenre al fresco lana, passando per gli intramontabili donegal e i pilor che hanno fatto la storia di quella eleganza che andava a braccetto con la discrezione.

Ma la sartorialità non vuol dire solo questo, farsi prendere le misure, provare il vestito, progettare insieme al sarto la comodità e l’uso dell’abito nel dettaglio, sono tutti elementi che rendono un vestito, il tuo.