Solaro e mohair, le mezze stagioni nella loro stagione migliore

Le mezze stagioni esistono e non obbediscono ai diktat della moda. La quale, per convenienza e massificazione, ama veder l’uomo rabbrividire in abitini estivi quando fa troppo freddo e sudare nei grigi panni invernali quando fa troppo caldo.

Per non parlare di una certa ignoranza dei grandi capisaldi del saper vestire e della storia del costume che in questi tempi di immediati dress code da outlet e grandi magazzini è diffusa quanto un’epidemia.

Eppure il problema è vecchio di secoli e la soluzione migliore la trovarono i gentleman britannici. I quali, consapevoli di non poter indossare fuori dal rigido clima dell’isola i loro completi grigio scuro a tre pezzi di tweed e pesanti flanelle cuciti a Savile Row, si inventarono l’abito semi-estivo e il suo tessuto.

Si trattava non solo di comodità, o di quella superiorità di veder gli altri sudare nelle fruste giacchette a proprio agio in un abito perfetto. Ma anche di un’idea di stile che rispecchiasse, in stile, una classe sociale più agiata e culturalmente elevata: quella dei gran tour nell’Italia delle meraviglie, degli affari a Bombay e Nuova Delhi, o delle vacanze in quei tepori sempre un po’ ridigi del sud della Francia.

mezze stagioni

Fu la nascita di un tessuto raffinatissimo, dal peso in genere non superiore ai 350 grammi al metro, tessuto in una finissima lana mohair giallo ocra con il fiore all’occhiello di un filo rossastro in ordito che evocasse, appunto, la solarità e la cangianza di certi tramonti esotici, da sogno.

Non per niente il nome era già nella costituzione: solaro. Il massimo della comodità e la giusta protezione per i climi temperati o addirittura caldi.

Il modello era il classico abito intero, dalle linee anch’esse un po’ più comode, da portare rigorosamente abbottonato guardando dall’alto in basso quelli intorno a loro costretti a togliersi la giacca per non fare la sauna o a saltellare sul posto per riscaldarsi in caso di qualche gelida ventata primaverile.

Gli intenditori o semplicemente gli uomini obbligati all’eleganza anche nelle situazioni climatiche più estreme ne tengono sempre almeno uno in guardaroba, e siccome abiti e tessuto sono eterni o quasi, li tengono in gran conto.

Abito Solaro
Abito Solaro