Ode ai Bermuda… ma con un occhio al centimetro

Né troppo corti, né troppo lunghi.

E’ questa la regola aurea di uno dei capi maschili più intramontabili: i Bermuda.

I mitici pantaloni corti, che si ispirano già nel nome alle mitiche isole caraibiche, sono non solo un sempreverde dell’estate, ma un vero e proprio dress code che ha saputo conquistare una propria trasversalità.

Non più limitate al tempo libero senza altro impegno sociale, in stile traversata in solitaria, ma vero e proprio cult di ogni armadio maschile, ad ogni età e posizione sociale.

bermuda
bermuda

La differenza la fanno i centimetri e la fattura

che sono la bussola per evitare di perdersi nell’effetto vecchio turista nella città d’arte troppo accaldata.

I primi Bermuda, infatti, nascevano in sartoria, secondo codici che amavano le pinces, il gambale leggermente svasato, e l’abbinamento canonico a una camicia perfetta e a una sahariana – anch’essa sartoriale e dotata di tutti i comfort – in tono. Tanti i materiali, che talvolta comprendono anche il lino, il quale oggi ha lasciato il passo al meno enigmatico e più docile cotone.

La lunghezza perfetta non lascia dubbi, un paio di centimetri sopra il ginocchio.

Ma oltre a questo, soprattutto quando si acquistano confezionati, è essenziale che anche le ampiezze siano egualmente più attillate e misurate. Scelta del tutto personale e in ogni caso elegante è preferire quelli con risvolto o senza, nei colori classici che spaziano dal corda al mattone, passando per ghiaccio e verde oliva.

Qualche coraggioso anticonformista osa pure il madras, ma bisogna saperlo portare con personalità e un certo rigore.

bermuda

Attenzione infine al senso estetico.

Per indossare elegantemente un paio di Bermuda non è certamente necessario essere uno sportivo dal fisico statuario o un modello, ma ogni pantalone corto e in particolare i Bermuda non sono proprio l’ideale per nascondere con il loro effetto ottico d’insieme eventuali rotondità in eccesso.

Detto questo però, i Bermuda, complice le estati sempre più calde, hanno saputo scalare nel tempo sia le occasioni d’uso dell’arco della giornata, arrivando a comprendere anche la sera e in qualche caso il tempo passato in ufficio – purché non vi siano riunioni con esterni – sia gli abbinamenti, che ora vanno dalla semplice t-shirt o una polo con colore a contrasto e le scarpe, sneakers, da barca o allacciate che siano.

sebago

Per gli amanti dei sandali, invece, c’è chi sa portarli con personalità.

Per tutti gli altri però vale il detto di uno dei più celebri attori del nostro teatro, che trovandosi alla porta un visitatore coi sandali ai piedi esclamò: toh, un apostolo!