In fatto di eleganza è la camicia che fa la giacca, quasi mai il contrario

Non è un giro di parole. Perché la camicia dà alla giacca più vite e più modi di vestirla, confermandosi così come il capo “chiave” per ogni tipo di eleganza.

Prendete ad esempio una giacca “passepartout”, la nobile Folcea di Principe di Firenze. Con una camicia botton-down, accompagnata magari da una pochette neutra come quelle in lino, diventerà una giacca del tutto informale, adatta al giorno come alla sera.

Stessa giacca, ma con camicia bianca e collo italiano, supportata da una cravatta (o anche una pochette) in seta, ed ecco una perfetta eleganza anche per un’occasione più formale, come una cena elegante.

Sempre la stessa giacca, ma con una severissima camicia bianca, collo francese e una cravatta in seta in tinta unita o a maglia tubolare, ed eccovi pronti per la più formale delle riunioni di lavoro.

Proprio in virtù di questi piccoli segreti per ottenere il massimo dell’eleganza anche con un guardaroba più misurato (ma la qualità è tutto) la collezione di camicie Principe di Firenze è praticamente sterminata. Ai diversi tipi di colli, che come abbiamo appena visto vestono ogni esigenza di eleganza, ci sono le tante disponibilità di cotoni, di jersey, di garzati e righe e quadretti capaci di vestire la totalità degli stili.

eleganza camicia

E non parliamo dei dettagli: con e senza cannone posteriore, vestibilità a scelta che vanno bel oltre lo slim fit e sorprendono sempre. E poi la qualità, quasi inutile dirlo, è sempre al massimo. Ma siccome nel concetto di eleganza Principe di Firenze c’è soprattutto praticità ecco che il concetto di camicia e la lavorazione a doppio filo ritorto danno una mano significativa anche alla semplicità con cui si ottengono stirature perfette.

Proprio per queste tradizione vuole pochi semplici (ma decisi) passaggi. Si comincia stirando il collo, si passa poi alle spalle e le maniche, infine si passa sull’asse da stiro in quattro passaggi i due petti anteriori e il dorso.

Qualcuno ripete l’operazione sul corpo e il collo della camicia due volte, sul dritto e il rovescio, ma per le camicie stirofacile non è quasi mai necessario. Anche all’appretto, per quanto comodo, specialmente nella versione no spray, è preferibile usare una leggera umidificatura con semplice acqua leggermente profumata.

Cosa compra veramente chi acquista una camicia Principe di Firenze?